Home Dorsale dei Monti Azzurri 2° tappa Dorsale Monti Azzurri URBISAGLIA SAN GINESIO

2° tappa Dorsale Monti Azzurri URBISAGLIA SAN GINESIO

by Marchetto

 URBISAGLIA verso SAN GINESIO dettagli mappa

Ok siete arrivati in collina ad Urbisaglia. Per un attimo volate con il pensiero ai tempi dei romani. Precisamente verso la fine dell’impero. Immaginate l’arrivo dei barbari e la popolazione che cerca rifugio sulle colline, ora potete comprendere come Urbisaglia. Questo borgo medievale domina dall’alto gli scavi archeologici di epoca augustea e tiberiana che avete precedentemente attraversato.

Se siete già entrati in paese dall’arco finita la salita non vi siete accorti che circa 200 mt prima sulla destra c’era l’entrata per acquedotto. Di epoca romana questa opera di studio e ingegno puro è memoria indelebile.

Attraversate il centro ,dove le attività sono ben incastonate nel quadro del borgo rurale, arrivate quindi all’ordinata piazza,  dietro l’angolo verso destra la rocca, edificata nel ‘500 per concessione pontificia, domina il paese contornata da un bel parco verde.

“Circumnavigando” la rocca e svoltando a sinistra vi troverete all’incrocio con indicazione per Colmurano o in discesa verso la statale, prendete la prima ed iniziate ad uscire dolcemente dal paese. Il morbido sali e scendi vi condurrà a Colmurano. Questo borgo ordinato e caratteristico è annunciato dalla sua ben fatta pista ciclabile.

“Il morbido sali e scendi vi condurrà a Colmurano”

Colmurano nel mese di Luglio da vita ad una festa di artisti di strada molto conosciuta, ARTISTRADA ed il paese con le sue mura quattrocentesche ne è cornice ideale. Potete girovagare per il piccolo centro se volete altrimenti prendete la discesa verso Sarnano ed al bivio per San Ginesio voltate a destra in contrada Monti.

La campagna ormai padrona rimarrà sinuosa ed al volte coprente ma sempre molto silenziosa, qualche chilometro per arrivare ad un incrocio a T. San Ginesio o Ripe San Ginesio. Entrambe località molto belle, ma avete fretta di concludere l’itinerario? No ? allora NON POTETE NON ANDARE A RIPE ! Piccolo centro dove tutto è fermo e tutto è in fermento, vi consiglio la lettura di questa piccola deviazione.

Se avete scelto invece San Ginesio, l’itinerario vi conduce sempre più vicini ai monti, la strada dopo una piccola salita inizia a mostrare i Sibillini come sfondo perenne del vostro cammino. Questa strada, normalmente con poco traffico, lascia alla statale il suo stress ed a voi una silenziosa armonia di curve preludio per l’arrivo in salita alla Porta Picena di San Ginesio.

 

 

 

 

You may also like

Leave a Comment

UA-74425522-1