Home Tecnica e ConsigliCorso di Restauro Il ruolo dei Pneumatici

Il ruolo dei Pneumatici

by Marchetto

13° puntata corso di restauro

Restauratore eccomi! Una pausa dovuta al lavoro intenso e ripartiamo. In realtà ne io ne te abbiamo mai smesso di occuparci del nostro restauro. Se dei cerchi ti ho dato qualche info, non manca che porti in essere la spinosa questione PNEUMATICI.

Le gomme sono le nostre scarpe

Per sottolineare l’importanza dei pneumatici ricorro alla metafora più intuitiva, gli pneumatici sono le calzature dei nostri veicoli. Risaltano agli occhi ma sono fondamentali per sicurezza e feeling con il nostro mezzo. Ricorrere a delle scarpe usate se non per forte esigenza risulta una forzatura pericolosa e non conveniente, non trovi?

I tempi di lavorazione incidono

In un restauro dopo aver preparato i cerchi del nostro bolide la tentazione di installare pneumatici nuovi è forte. Sicuramente sarebbe un buon stato di avanzamento ma una volta terminato finirebbero in disparte, lasciati in un angolo in attesa di essere richiamati in servizio. Non credi sarebbe meglio investire e completare le ruote al momento necessario? Ti spiego. La reperibilità dei pneumatici al giorno d’oggi è molto alta, svariati siti offrono spedizioni anche in 24/48 ore, perchè non sfruttare questa possibilità e far arrivare le gomme il più tardi possibile? Il motivo è molto semplice, avere un DOT recente ( DOT acronimo di Department Of Trasport Usa, sigla non obbligatoria di identificazione e rintracciabilità dei pneumatici, riporta diverse informazioni e quella più famosa è la data di produzione degli stessi). Va precisato che se ben stoccate le gomme hanno all’interno della loro mescola agenti chimici per preservarle dagli agenti esterni negli anni. Per essere in maggiore sicurezza però con un mezzo d’epoca i cui freni e sospensioni sono stati progettati qualche anno indietro, avere gomme “fresche ” sicuramente aiuta nella guida ai ritmi e negli asfalti moderni.

Qualche ulteriore consiglio, sui pneumatici va fatto. Come prima cosa in attesa delle coperture nuove, rivesti bene i cerchi se finiti, in modo da non danneggiarli, usa anche la carta o meglio del pluriball.

I criteri di scelta dei pneumatici d’epoca

Ogni progetto di restauro può svariare sulla tipologia di pneumatici da installare, devi partire da un punto fermo, le misure scritte sulla carta di circolazione. Sul libretto sono riportate le tue verità. La ricerca va fatta in base a criteri funzionali in primis ed estetici poi. Le gomme devono rendere la guida il più sicura possibile e divertente al tempo stesso. L’aspetto lo lascio in secondo luogo, ma non per questo meno importante. L’abbinamento funzione/estetico sono le maniche della stessa giacca. Pensa alla tua lambretta/vespa come una signorina. Non si merita le scarpe in tinta con la borsetta? Potresti essere sfortunato e non trovare la misura più in commercio, chiedi una tabella comparativa al tuo meccanico, o ancora meglio manda una mail alla casa produttrice (se ancora attiva) per avere un nulla osta per una misura alternativa, in questo modo puoi aggiornare anche la tua carta di circolazione.

Come per i cerchi il montaggio e smontaggio sono a mio avviso da far fare ad un professionista, in caso di cerchio bullonato tipo vespa e lambretta invece il fai da te è molto molto intuitivo e semplice.

Accessori fondamentali

Il montaggio delle gomme è un operazione basilare ma porta con se la stessa filosofia del restauro, attenzione al dettaglio sempre. La camera d’aria ed il salvacamera sono da considerare aspetti importanti e non secondari. Il mio consiglio è la sostituzione con dei nuovi e sopratutto per la camera d’aria non badare all’economia, spendi per una camera d’aria con una migliore gomma ed uno spessore idoneo all’uso. I pesi di bilanciamento invece possono risultare un bel pungo nello stomaco se installati in moto approssimativo e di tipo antiestetico. Fai attenzione.

Ti ho convinto?

Dimmi cosa ne pensi ed alla prossima

logo sibillinigo

You may also like

Leave a Comment

UA-74425522-1